Notizie

immagine Optima Salute in farmacia

Optima Salute in farmacia

Nel numero di Dicembre 2020 - Gennaio 2021:

  • Speciale Valore Salute: Missione Pianeta Verde.
  • Dossier: Il freddo sulla pelle.
  • L'abbigliamento per lo sport al freddo.
  • Cenoni: istruzioni per l'uso.
  • Natale in bellezza.
  • L'inverno dei dolori articolari.
  • Siamo elastici.

Leggi la rivista on line

immagine Info & Orari Boville Ernica

Info & Orari Boville Ernica

 

La Farmacia Picarazzi NON effettua chiusure

estive e/o invernali quindi rimarrà sempre aperta

ad eccezione delle festività nazionali (Salvo turno)

 

 

 

 

 

>> Scopri la farmacia di turno più vicina a te

 

>> Cerca online il farmaco che ti occorre

 

FARMACIE BOVILLE ERNICA (GRUPPO E) IN SUCCESSIONE DI TURNO:

  • Farmacia Battisti - Torrice (FR) - Via Regina Elena - 0775.300049
  • Farmacia Dei semplici  - Loc. Scrima, Boville Ernica (FR) - Via Valle Paradiso - 0775.356011
  • Farmacia Malandruccolo G. - Strangolagalli (FR) - Via Colle - 0775.978263
  • Farmacia Pelagalli C. - Arnara (FR) - P.zza Porta Nuova - 0775.231083
  • Farmacia Picarazzi - Boville Ernica (FR) - P.zza Sant'Angelo - 0775.379266
  • Farmacia Torriciani - Ripi (FR) - P.zza della Vittoria - 0775.284016    

ASL:

Via Santo Stefano - Boville Ernica (FR) - 0775.379050

Apertura sportello:

Dal Lunedi al Venerdi ed il 2° e 4° Sabato del mese >> matt 8:00 - 12:45

Mercoledi >> pom 15:00 - 17:30

Ritiro referti dopo le 10:00

Prelievi:

Martedi e Venerdi >> matt fino alle 9:30

Vaccinazioni:

Tutti i primi e gli ultimi Lunedi del mese >> matt 8:30 - 12:30

Negli altri giorni si effettuano solo se non rinviabili e previo appuntamento

Dopo la vaccinazione il bambino deve trattenersi nell'ambulatorio per una mezz'ora

Le vaccinazioni anti-meningococco e anti-pneumococco non sono

obbligatorie e si effettuano presso la ASL di Frosinone (Via A.Fabi)

GUARDIA MEDICA:

Via Santo Stefano - Boville Ernica (FR) - 0775.379050

Week-end >> Dalle 20:00 del Venerdi sera alle 08:00 del Lunedi mattina successivo

Feriali >> Dalle 20:00 di sera alle 8:00 della mattina successiva

Festivi e prefestivi >> 24h

Orario NON coperto >> Sabato matt 8:00 - 10:00

MEDICI:

Medici di base associati:

Dott.ssa  AGNESE  VENDITTI

Dott.  ARCANGELO  SALSIRI

Dott. NOBILI

Dott. FIORINI

(Boville Ernica centro storico 0775.378002)

Dott.  RENATO  GENOVESI

Lunedi  >>  matt  9:00 - 12:00

Mercoledi  >>  matt  9:00 - 12:00

Venerdi  >>  matt  9:00 - 12:00

 

Medici di base associati:

Dott.  ALBERTO  PALUZZI

(Boville Ernica centro storico 0775.379605)

(Boville Ernica 0775.379001)

Lunedi  >>  pom  17:00 - 18:00

Martedi  >>  pom  17:00 - 18:00

Mercoledi  >>  pom  17:00 - 18:00

Giovedi  >>  pom  17:00 - 18:00

Dott.  LUCIANO  PORSEO e  Dott.ssa  STELLA  CRUCIANI

(Boville Ernica 0775.379001)

Lunedi  >>  matt  7:30 - 12:00  /  pom  17:45  -  18:45

Martedi  >>  matt  7:30 - 12:00

Mercoledi  >>  pom  17:45  -  18:45

Giovedi  >>  matt  7:30 - 12:00  /  pom  17:45  -  18:45

Venerdi  >>  matt  7:30 - 12:00  /  pom  17:45  -  18:45

Dott.  PIETRO  FRANTELLIZZI

(Boville Ernica 0775.379007)

Dott.ssa  ROBERTA  FRANTELLIZZI

(Boville Ernica 0775.379001)

 

Medici di base non associati:

Dott. BRUNO ONORATI

(Boville Ernica - Via Rotabile 174 - 0775.283349)

Dott.ssa ANTONIETTA VENDITTI

(Boville Ernica 0775.356271)

 

Pediatri:

Dott.ssa  LUCIA  DE CIANTIS

( Torrice 0775.301698 )

Dott. OTHMAN AL KHATIB

( Torrice 0775.301003 )

Dott.ssa MARIA FRANCA CONTI

( Boville Ernica - Via Valle Paradiso 3 )

Lunedi  >>  matt  9:30 - 12:00

Martedi  >>  pom  16:00 - 19:00

Mercoledi  >>  pom  16:00 - 19:00

Giovedi  >>  pom  16:00 - 19:00

Venerdi  >>  pom 16:00 - 19:00

Dott.ssa MIRELLA FERRI

 

immagine Eventi & Servizi Farmacia

Eventi & Servizi Farmacia

HOLTER PRESSORIO:

L'holter pressorio è uno strumento diagnostico in grado di monitorare la pressione arteriosa e la frequenza cardiaca in modo continuo per una durata di 24 ore e di fornire i dati che verranno in seguito elaborati da un programma statistico. Lo scopo di tale esame è quello di riuscire a scoprire in tempo eventuali problemi di ipertensione. La refertazione non è obbligatoria ma risulta indispensabile qualora il medico di famiglia alla luce del responso dell'esame ritenga necessaria una valutazione più approfondita da parte di uno specialista; nello specifico, se il paziente non è in cura da alcun cardiologo, la farmacia potrà avvalersi della collaborazione del Dott. Fernando Cecchetti, esperto in cardiologia e medicina dello sport, specialista e direttore sanitario dello Studio Medico Nemesia di Roma.

Prenotazione necessaria

(Info. 0775.379266 - picarazzi13@gmail.com)

HOLTER CARDIACO:

L'holter cardiaco è uno strumento diagnostico in grado di monitorare, attraverso una serie di elettrodi, l'attività elettrica del cuore in modo continuo per una durata di 24 ore e di fornire i dati che verranno in seguito elaborati da un programma statistico. Lo scopo di tale esame è quello di scovare in tempo eventuali problemi di ritmo cardiaco (Aritmia) o di difettoso apporto di sangue al cuore (Ischemia, scompenso). I dati forniti dallo strumento verranno trasmessi al nostro cardiologo di fiducia che provvederà entro 24 ore alla refertazione dell'esame; nello specifico, la farmacia potrà avvalersi della collaborazione del Dott. Fernando Cecchetti, esperto in cardiologia e medicina dello sport, specialista e direttore sanitario dello Studio Medico Nemesia di Roma.

Prenotazione necessaria

(Info. 0775.379266 - picarazzi13@gmail.com)

BIOMARKERS TEST:

E' un test innovativo che misura i livelli d'infiammazione che inducono i sintomi delle reazioni da cibo e definisce i profili alimentari di ogni paziente al fine di recuperare il benessere. Tale test rappresenta uno strumento diagnostico per numerose patologie collegabili sia all'ambito alimentare che a situazioni infiammatorie non riconducibili al cibo. Tra i sintomi dell'infiammazione da cibo troviamo: meteorismo, crampi addominali, gastrite, rinite, broncopatia, orticaria, acne, dermatite, cefalea, insonnia, stanchezza, vaginite, artrite, dolore muscolare, sovrappeso, alterazione glicemica. Il test si esegue con un prelievo capillare che un corriere consegnerà al laboratorio di analisi: la consegna del referto avverrà entro 2 settimane.

Prenotazione non richiesta

(Info. 0775.379266 - picarazzi13@gmail.com)

TEST UDITO (Gratuito):

Test non invasivo ed indolore, effettuato mediante l'utilizzo di una cuffia e l'invio di segnali acustici di diversa frequenza. Il controllo, periodico, si svolge solamente di mattina.

Prenotazione non richiesta

(Info. 0775.379266 - picarazzi13@gmail.com - il test si effettua la mattina dalle ore 9:00 alle ore 12:30)

PROVE DI MAKE-UP (Gratuito):

La ditta BioNike (I.C.I.M. International) ha concordato con la farmacia quattro eventi nel corso dell'anno 2014 della durata di 8 ore ciascuno; in tale eventi un visagista metterà a disposizione la propria esperienza e professionalità per tutto il corso della giornata effettuando prove di make-up.

Prenotazione gradita

(Info. 0775.379266 - picarazzi13@gmail.com)

GIORNATA DEL DIABETE (Gratuito):

La ditta Abbott Diabetes Care Italia organizza vari incontri nel corso dell'anno 2014 al fine di aiutare il paziente nella gestione quotidiana del diabete. Durante l'incontro un infermiere professionista istruirà il paziente diabetico circa l'alimentazione, l'attività fisica, l'autocontrollo della glicemia e l'eventuale somministrazione dell'insulina, mostrando misuratori di ultima generazione progettati per affrontare al meglio tale patologia.

Prenotazione gradita

(Info. 0775.379266 - picarazzi13@gmail.com)

FORATURA ORECCHIE:

Si effettuano fori per orecchie mediante applicazione di punti luce Swaroski (Due grandezze disponibili) attraverso l'utilizzo di una piccola pistola a molla.

Prenotazione non richiesta

SERVIZIO CUP LAZIO:

Anche in farmacia ora è possibile prenotare VISITE SPECIALISTICHE ed ESAMI DIAGNOSTICI. Il servizio necessita della normale ricetta medica ed è attivo tutti i giorni, esclusa la domenica, durante l'orario di apertura al pubblico della farmacia.

SERVIZIO PRENOTAZIONE FARMACI:

E' possibile prenotare prodotti (Farmaco, parafarmaco, dispositivo medico, ecc...) che potranno poi essere ritirati direttamente in farmacia

*Telefono/Fax 0775.379266

*Email picarazzi13@gmail.com

*Sito web www.farmaciapicarazzi.com

immagine Allarme dermatologi, col freddo malattie della pelle in agguato

Allarme dermatologi, col freddo malattie della pelle in agguato

Con l'arrivo dei primi rigori invernali ci si preoccupa soprattutto di preservare la salute dell'apparato respiratorio,ma non e' il caso di trascurare il benessere e la salute della pelle che, invece, proprio nella stagione invernale ha bisogno di piu' cure. ''In effetti con l'abbassarsi delle temperature e' tempo di dedicarsi alla propria pelle e a quelle malattie che, ahime', sappiamo risentono dei cali termici'', ammonisce Gabriella Fabbrocini, docente di dermatologia e venereologia presso l'Universita' di Napoli ''Federico II''.

Quali sono, nello specifico, le patologie cutanee che piu' soffrono le rigide temperature? In primo luogo la psoriasi: ''Come il sole riduce le manifestazioni di questa malattia, per inibizione dei meccanismi infiammatori, cosi' il grande freddo la stimola e la acuisce'', precisa Fabbrocini, che prosegue: ''E' proprio in questa stagione, infatti, che compaiono quelle anestetiche squame bianche che talvolta possono essere localizzate sul cuoio capelluto, sui gomiti o sulle ginocchia oppure andare persino a ricoprire tutto il corpo, nascondendo anche piu' gravi compromissioni delle articolazioni''. Rientra a pieno titolo tra le malattie che si aggravano con le basse temperature, la rosacea. Si tratta di una malattia multifattoriale, tra le cui cause vi sono alterati processi di vasodilatazione, disfunzioni ormonali, predisposizione genetica e fattori scatenanti ambientali. Questa fastidiosa condizione, che interessa per lo piu' le donne, si manifesta prima con un transitorio arrossamento e con teleangectasie su guance e naso, fino ad accompagnarsi a papule e pustole.

Gli sbalzi di temperatura stimolano il vasospasmo e cosi' la comparsa del tipico ''flushing', ossia l'arrossamento cutaneo associato a una sensazione di calore e di bruciore: ''Attenzione a non passare rapidamente dal clima rigido esterno agli ambienti riscaldati. In casa evitare le sorgenti di calore dirette e all'esterno proteggersi con sciarpa e capellino. Infine idratare quotidianamente la pelle con prodotti lenitivi e antiinfiammatori'', avverte la specialista. Psoriasi, rosacea e infine acne. Sono soprattutto i piu' giovani a riscontrare durante l'inverno l'aggravarsi di quest'ultima patologia. In questo caso il peggioramento delle condizioni della cute e' percepito in maniera piu' evidente da coloro che ne soffrono perche' ''piu' o meno impropriamente molti pazienti sono convinti che in estate vi sia un notevole miglioramento della patologia acneica dovuta al fatto che i raggi ultravioletti hanno un'azione disinfettante e che la pelle abbronzata nasconde meglio questo fastidioso inestetismo'' dichiara Gabriella Fabbrocini, che subito puntualizza: ''L'uso improprio di solari non adatti e l'ispessimento della pelle dovuta ai raggi UV puo' peggiorare il quadro al ritorno dalle vacanze.

Senza contare che l'aggravamento delle condizioni della cute e' reso ancora piu' evidente dal tipico biancore invernale della pelle che esalta ancora di piu' le imperfezioni, inducendo, soprattutto le donne, ad abusare di creme, unguenti e make-up che possono talvolta contenere sostanze comedogeniche che 'tappano' il follicolo sebaceo preparando il terreno alla comparsa di punti neri e brufoli''. Il consiglio e' quello di evitare i prodotti a rischio affidandosi, invece, ai consigli di uno specialista e a prodotti esclusivamente non ''comedogenici''.

(Fonte: SaluteOggi - ASCA.it)

immagine Contro dolore cure 'fai da te' per 1 paziente su 2

Contro dolore cure 'fai da te' per 1 paziente su 2

In linea di principio, riconoscono nel medico di medicina generale la figura di riferimento per la cura del dolore (91%) ma, alla prova dei fatti, gli italiani decidono in autonomia e ricorrono all'automedicazione (53%) o, piu' di rado, chiedono consiglio in farmacia (20%).

Nei confronti dei farmaci oppiacei, cresce la fiducia degli addetti ai lavori e l'interesse dei pazienti eppure, ogni 10 analgesici prescritti, 1 solo e' oppioide mentre 7 sono antinfiammatori non steroidei (FANS), anche per dolori cronici e terapie protratte nel tempo. E', in sintesi, la fotografia scattata da un'indagine condotta da Doxa per conto del Centro Studi Mundipharma su un triplice target, allo scopo di sondare i rispettivi approcci al trattamento antalgico: 500 pazienti (25-64 anni) che hanno utilizzato medicinali antidolorifici negli ultimi 6 mesi, 100 medici di famiglia e 100 farmacisti di tutta Italia. Dal dire al fare, un divario da colmare.

Potrebbe essere questa la formula che riassume il quadro articolato e, in parte, contraddittorio dipinto dalla survey. Entrando nel dettaglio della ricerca, si scopre che il 30% dei pazienti visitati dai medici di famiglia nell'ultimo mese lamenta dolore; nel 66% dei casi, si tratta di una forma cronica. Circa 8 clinici su 10 effettuano personalmente la diagnosi e la prescrizione della terapia ma il fenomeno dell'autocura - confermato anche dai farmacisti - assume dimensioni eclatanti: il 73% dei malati non si rivolge ad alcun medico. Gli analgesici piu' impiegati? Sempre e comunque FANS: li assume il 95% dei pazienti, li prescrive il generalista al 72% dei suoi assistiti, anche in caso di dolore cronico (1 volta su 2). Per limitare gli effetti collaterali degli antinfiammatori, riferiti dal 20% dei pazienti, si ricorre poi molto spesso ai gastroprotettori, con un evidente aggravio di costi per il SSN. Gli oppioidi, al contrario, compaiono solo nell'11% delle ricette firmate dal medico di famiglia: all'origine vi sono probabili deficit conoscitivi e una scarsa confidenza con queste opzioni terapeutiche, come dimostra il fatto che il 22% dei generalisti intervistati ammetta di non conoscere o non ricordare alcun marchio di farmaco oppiaceo presente sul mercato.

Pesano pero' anche le resistenze dei pazienti: un ostruzionismo che il curante, forse per mancanza di solide basi, non se la sente di affrontare. Il timore che gli analgesici oppioidi possano indurre dipendenza spaventa il 65% dei malati, il 61% li considera per malattie gravi e il 53% crede che la legge ne consenta l'uso solo in casi particolari. ''L'indagine Doxa evidenzia un uso improprio di analgesici per la gestione del dolore cronico, nonostante a molti siano noti i gravi effetti collaterali che i FANS possono creare, se impiegati per lungo tempo'', dichiara Massimo Allegri, Dirigente Medico Terapia del Dolore, Fondazione IRCCS Policlinico S. Matteo e Universita' di Pavia. ''Recenti dati di letteratura mostrano che l'uso protratto di antinfiammatori possa causare non solo danni gastrici ma anche problemi cardiovascolari.

E' fondamentale che gli oppioidi vengano considerati un valido strumento per la terapia del dolore cronico moderato-severo. I pazienti a volte pensano possano dare dipendenza. In realta', le evidenze scientifiche dimostrano che, nei soggetti trattati con oppiacei a scopo antalgico, non sembrano attivarsi le medesime aree cerebrali coinvolte nei meccanismi della dipendenza''.

(Fonte: SaluteOggi - ASCA.it)

immagine Studio Usa, frutta secca a guscio riduce mortalita'

Studio Usa, frutta secca a guscio riduce mortalita'

La frutta secca a guscio contiene importanti nutrienti come grassi insaturi, proteine di alta qualita', vitamine (ad esempio vitamina E, acido folico e niacina), sali minerali (ovvero magnesio, calcio e potassio) e sostanze fitochimiche, tutti elementi con proprieta' cardioprotettive, antitumorali, antinfiammatorie e antiossidanti. Lo rivela il New England Journal of Medicine che pubblica il piu' grande studio mai condotto sul consumo di frutta secca a guscio e mortalita'.

I ricercatori hanno esaminato il rapporto tra il consumo di frutta secca a guscio e la mortalita', totale e legata a cause specifiche, prendendo in esame le 76.464 donne dello studio ''Nurses' Health Study'' e i 42.498 uomini del ''Health Professionals Follow-up Study''. L'assunzione di frutta secca a guscio (tra cui pistacchi, mandorle, noci del Brasile, anacardi, nocciole, noci di macadamia, noci pecan, pinoli e noci), e' risultata inversamente associata alla mortalita' totale di uomini e donne, indipendentemente da altri fattori che potessero incidere sull'aspettativa di vita. Inoltre, lo studio ha rilevato significative associazioni inverse in relazione alle morti per cancro, per malattie cardiache e respiratorie.

Precedenti studi avevano sostenuto il potere protettivo della frutta secca a guscio, in particolare dei pistacchi. Questi suggeriscono che i pistacchi consumati con moderazione possono contribuire a mantenere i giusti livelli di glucosio nel sangue. Inoltre, la FDA (Food and Drug Administration) riconosce che mangiare circa 40 grammi al giorno della maggior parte della frutta secca a guscio, compresi i pistacchi, all'interno di una dieta a basso contenuto di grassi saturi e colesterolo, puo' ridurre il rischio di malattie cardiache.

''I risultati dei nuovi studi sulle capacita' protettive della frutta a guscio, e dei pistacchi in particolare - sottolinea Giorgio Donegani, Presidente della Fondazione Italiana per l'Educazione Alimentare - confermano come questi alimenti presentino un raro insieme di prerogative diverse che, sommandosi tra loro, esercitano un effetto molto positivo sul benessere generale. Agendo su piu' fronti, grazie all'apporto di acidi grassi insaturi, di antiossidanti, di proteine, fibre e specifici fattori fitochimici, questi alimenti influenzano a vari livelli i processi vitali e aiutano la prevenzione di diversi stati patologici''.

(Fonte: SaluteOggi - ASCA.it)

immagine Dietisti, in Italia troppi falsi esperti in nutrizione

Dietisti, in Italia troppi falsi esperti in nutrizione

Sei laureato in Scienze economiche e senza lavoro? Puoi sempre fare il ''nutrizionista'' o l'esperto in ''nutrizione'' e prescrivere, magari a pagamento, una dieta. E' tutto legale, per ora.
Basta svolgere un master di primo livello in ''Scienze gastronomiche e patologie alimentari'' all'Universita' La Sapienza di Roma. Sei un disoccupato con laurea specialistica in Biotecnologie industriali? Basta andare a Pavia ed iscriversi al master di secondo livello in ''nutrizione umana''. Possiedi una laurea specialistica in Scienze Biologiche e scopri che le diete sono un business piu' redditizio che la vita di laboratorio? Accomodati al master di secondo livello ''Alimentazione ed educazione alla salute'' dell'Universita' di Bologna.
Con questi ''titoli' di esperto in nutrizione potrai non solo consigliare una dieta, un regime alimentare, ma anche scrivere un articolo per un settimanale femminile, tenere un'intervista e farti pubblicita'. Questi sono solo tre esempi di come siano nati molti master e corsi post-base su misura per il boom e la mania degli italiani di mettersi a dieta. Peccato che spesso in questi master vengano descritte, come sbocchi occupazionali, competenze non previste dal ministero e non contemplate dagli stessi obiettivi formativi o non congrue rispetto alle lauree di origine che non comprendono alcuna formazione sull'alimentazione specie se destinata a pazienti ricoverati o in convalescenza per i piu' svariati motivi di salute.
A lanciare l'allarme, ma e' un'emergenza denunciata da anni, e' l'Associazione Nazionale Dietisti (Andid.it) che nel volume ''L'offerta formativa universitaria in nutrizione umana'' ha messo nero su bianco le criticita' e le problematiche di un mondo che negli ultimi vent'anni ha avuto uno sviluppo enorme ma senza alcune regolamentazione precisa. Il libro e' stato presentato oggi al Ministero della Salute al convegno ''Formazione e bisogni di salute'', in collaborazione con il Coordinamento Nazionale delle Professioni Sanitarie (Conaps.it).
''Quello che accade nel 'pianeta dieta' - spiega Antonio Bortone che presiede il Coordinamento Nazionale delle Professioni Sanitarie (Conaps) - e' in realta' il denominatore comune di tutto il mondo delle professioni sanitarie. Un problema che non riguarda solo il lavoro e chi lo svolge legalmente con i titoli ufficiali e corretti, pagando le imposte e le tasse, ma soprattutto i cittadini, i malati, i loro famigliari e la salute delle persone. Questo Libro Bianco dei dietisti italiani e' non solo benvenuto, ma apre la strada ad iniziative analoghe di altre associazioni impegnate a far valere il proprio valore e la propria qualita' professionale a garanzia del cittadino utente''.

(Fonte: SaluteOggi - ASCA.it)

immagine Vademecum AIFA per dire no alle ''cure miracolose''

Vademecum AIFA per dire no alle ''cure miracolose''

''Non ho nulla da perdere a provarlo'' e' l'emblematico titolo del vademecum che l'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) ha realizzato per affrontare il tema, molto complesso, delle cosiddette ''cure miracolose'', ovvero di quei rimedi, al di fuori dei canali della scienza medica, a cui vengono attribuite virtu' eccezionali senza che vi sia alcuna evidenza scientifica a supporto.
''Il ricorso a terapie non sperimentate - spiega Luca Pani, Direttore Generale dell'AIFA - conta numerosi precedenti nella storia, basti pensare al siero di Bonifacio, all'olio di serpente, o simili, anche molto attuali''. ''La naturale propensione dell'uomo a voler credere che esista sempre una panacea per qualsiasi tipo di patologia- sottolinea Pani - e' stata ulteriormente amplificata da quella straordinaria cassa di risonanza che e' Internet''.
Per questo per AIFA ''e' importante far capire ai cittadini la differenza tra il mondo della ricerca, che lavora, seriamente e con passione, per offrire trattamenti realmente efficaci e sicuri, e i venditori di speranze, i 'pifferai magici', che speculano sulla sofferenza della gente''. ''Non ho nulla da perdere a provarlo'', la versione italiana ufficiale della guida per i pazienti realizzata dalla non-profit inglese Sense About Science, e' stata tradotta e adattata dall'AIFA, che ritiene fondamentale mettere a disposizione dei pazienti, in particolare quelli affetti da gravi patologie, degli strumenti che permettano loro di riconoscere i trattamenti basati sulle prove scientifiche da quelli privi di presupposti rigorosi.
La guida fornisce indicazioni concrete su come accostarsi alla enorme mole di notizie di medicina che circolano quotidianamente sui media, per permettere ai lettori di dare il giusto peso alle affermazioni riportate dagli organi di informazione in merito a terapie, nuove scoperte, ecc. Inoltre offre consigli su come valutare i costi finanziari e soprattutto emotivi che molte di queste terapie ''alternative'' spesso comportano e su come prendere una decisione in merito, mantenendo spirito critico ed equilibrio e resistendo alle pressioni che arrivano anche dal proprio nucleo familiare e dagli amici.
Il vademecum illustra nel dettaglio e in modo semplificato il funzionamento delle sperimentazioni cliniche, del processo di sviluppo dei farmaci e del monitoraggio dei medicinali che segue la loro immissione in commercio. Parallelamente viene offerto al paziente un ampio ventaglio di fonti autorevoli e testi divulgativi, per avvicinarlo ai temi medico-scientifici fornendogli la possibilita' di conoscere le esperienze analoghe maturate da altre persone che si sono trovate nella stessa situazione. La pubblicazione e' disponibile online sul sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco, dove e puo' essere consultata e scaricata.

(Fonte: SaluteOggi - ASCA.it)

immagine Allenati a star bene, perchè SPORT VUOL DIRE SALUTE

Allenati a star bene, perchè SPORT VUOL DIRE SALUTE

Sentirsi in forma grazie a una regolare attività fisica non ha un valore esclusivamente estetico, legato per gli uomini al mandar via la pancia e per le donne ad avere una bella silhouette. Il movimento, e ancor di più l'allenamento, sono infatti considerati dall'Organizzazione mondiale della Sanità una vera e propria terapia preventiva. L'organismo umano non è nato per l'inattività: il movimento gli è connaturato e una regolare attività fisica, anche di intensità moderata, contribuisce a migliorare tutti gli aspetti della qualità della vita. Al contrario, la scarsa attività fisica è complice dell'insorgenza di alcuni tra i disturbi e le malattie oggi più frequenti: diabete di tipo 2, malattie cardiocircolatorie (infarto miocardico, ictus, insufficienza cardiaca) tumori.

 

I benefici dell'attività fisica

Muoversi quotidianamente produce effetti positivi sulla salute fisica e psichica della persona. Gli studi scientifici che ne confermano gli effetti benefici sono ormai innumerevoli e mettono in luce che l'attività fisica:

  • migliora la tolleranza al glucosio e riduce il rischio di ammalarsi di diabete di tipo 2
  • previene l'ipercolesterolemia e l'ipertensione e riduce i livelli della pressione arteriosa e del colesterolo
  • diminuisce il rischio di sviluppo di malattie cardiache e di diversi tumori, come quelli del colon e del seno
  • riduce il rischio di morte prematura, in particolare quella causata da infarto e altre malattie cardiache
  • previene e riduce l'osteoporosi e il rischio di fratture, ma anche i disturbi muscolo-scheletrici (per esempio il mal di schiena)
  • riduce i sintomi di ansia, stress e depressione
  • previene, specialmente tra i bambini e i giovani, i comportamenti a rischio come l'uso di tabacco, alcol, diete non sane e atteggiamenti violenti e favorisce il benessere psicologico attraverso lo sviluppo dell'autostima, dell'autonomia e facilità la gestione dell'ansia e delle situazioni stressanti
  • produce dispendio energetico e la diminuzione del rischio di obesità

 

Le nostre offerte di prodotti per gli sportivi a prezzi vantaggiosi

Un'attività fisica più o meno intensa richiede una corretta integrazione di sali minerali, vitamine, nutrienti, prima, durante e dopo la prestazione, al fine di prepararsi alla sessione sportiva, reintegrare le sostanze perse con la sudorazione, recuperare l'energia impiegata nello sforzo fisico e massimizzare le performance. Si suole distinguere fra integratori per lo sport di resistenza e integratori per lo sport di potenza; esistono poi articoli per la prevenzione, protezione e cura degli infortuni. A completare l'assortimento: misuratori delle performance.

Per saperne di più sulle nostre offerte scarica il flyer informativo.

 

E se vuoi praticare attività sportiva con un gruppo di amici...

Unisciti a noi e iscriviti alla nostra associazione sportiva! Vieni a conoscerci visitando il nostro sito www.fortieveloci.it